Faccette in ceramica Roma

Applichiamo faccette in ceramica a Roma (zona Frattocchie) nello studio dentistico “Dental Family”

Cosa sono le faccette in ceramica?

Le faccette dentali (veneers) sono delle protesi speciali che vengono applicate direttamente sul singolo dente al fine di migliorarne l’aspetto estetico.
Le sottilissime lamelle vengono realizzate con porcellana, ceramica od in resina e vengono cementate in modo permanente sul dente, per correggere piccole imperfezioni quali scheggiature, denti lievemente storti, diastemi e denti gialli o deturpati da macchie non trattabili mediante detartrasi o sbiancamento professionale.

faccette in ceramica Roma

I step per realizzare faccette in ceramica

Solitamente l’intervento si articola in due fasi, due sedute, in cui vengono eseguiti questi step:

  • Visita di controllo
  • Limatura del dente
  • Impronta dentale
  • Scelta del colore per la faccetta dentale
  • Trattamento del dente con acido fluoridrico e silano
  • Cementazione della faccetta estetica sul dente
  • Levigatura della faccetta dentale

Faccette in ceramica Roma: prima fase

La prima seduta è incentrata sulla preparazione del dente per l’intervento. Questa prima tappa è fondamentale e prevede la limatura di una parte dello smalto dentale. Inoltre richiede una precisione notevole da parte dell’odontoiatra, in quanto la quantità di smalto da rimuovere dev’essere uguale allo spessore della faccetta dentale che vi sarà cementata. Questa operazione serve a rendere più agevole il fissaggio della veneer e lo renderà permanente, sicuro, riducendo al minimo il rischio di scollamento.

L’applicazione delle faccette in ceramica richiedono l’anestesia?
Il fastidio percepito durante questa fase di limatura del dente è così lieve e sopportabile che potrebbe essere eseguita anche senza anestesia locale. Tuttavia un dosaggio minio di anestetico può essere utilizzato per tranquillizzare il paziente.

Faccette in ceramica Roma: seconda fase

La seconda seduta prevede l’applicazione della faccetta estetica sul dente. La protesi deve essere prima testata direttamente sul paziente. Questo test preliminare serve ad accertarsi che il colore e la dimensione siano identici a quelli richiesti, perché dopo la cementazione non è possibile apportare modifiche o correzioni. Se dopo il test il colore o la dimensioni risultasse diversa da quella richiesta, è possibile ritoccare e modificare la faccetta prima di essere fissata definitivamente.

Solo quando le faccette dentali sono pronte, si passa alla cementazione. Questa tappa è estremamente delicata perché richiede l’utilizzo di cementi compositi e sistemi adesivi.
Si procede isolando il dente con una diga. Praticamente sul dente da restaurare, viene applicato un fazzoletto di lattice. Fissandolo sul dente, impedirà l’accumulo di saliva e lo separerà dagli altri denti.
La parte interna della faccetta deve essere anche trattato con l’acido fluoridrico e ricoperto con uno speciale adesivo (silano), questo trattamento va effettuato prima della cementazione della faccetta ed è una fase fondamentale per ottenere una buona adesione a smalto e dentina, tramite il cemento composito.

Fatto questo, si procede con la cementazione della faccetta sul dente. Una volta posizionata la faccetta dentale, se necessario la protesi può essere levigata in modo leggero mediante dischi, frese, e gommini. In questo modo otteniamo una definizione dei margini.

Ora a lavoro concluso per una durata nel tempo occorre una buona manutenzione delle faccette in ceramica. Cliccando sul link sottostante potete informarvi sulla manutenzione delle faccette.