Ortodonzia Roma – Impianti ortodontici

Ortodonzia Roma con impianti tradizionali

Ortodonzia Roma: a cosa serve un impianto ortodontico?

L’ortodonzia è quella branca dell’ odontoiatria che serve a corregge la posizione errata di denti e mandibole. Molti problemi come mal di testa, disturbi all’articolazione temporomandibolare, dolori al collo scambiati per cervicale e alla schiena o alle spalle, possono essere attribuiti ad una dentizione storta e non perfettamente allineata. Inoltre non aderendo correttamente fra di loro è più difficile tenerli puliti e la conseguenza è che il rischio di carie e parodontiti aumentano in maniera esponenziale.

ortodonzia tradizionale roma: foto

Un altro fattore di cui tenere conto è l’aspetto estetico, sopratutto nei giovani che giustamente fanno affidamento anche sull’aspetto estetico anche per una questione di autostima.

Nello studio dentistico Dental Family a Roma (zona Marino) per quanto riguarda l’ortodonzia tradizionale, realizziamo sia apparecchi fissi che rimovibili. Lo studio odontoiatrico si trova nelle vicinanze anche di Albano, Ariccia, Rocca di Papa, Lanuvio, Aprilia, Pomezia.

Quanti tipi di apparecchi esistono in ortodonzia tradizionale?

Gi apparecchi ortodontici sono di due tipi: fissi e rimovibili. Nel caso degli apparecchi fissi gli elementi principali sono due: gli attacchi e gli archi metalici.

Ortodonzia Roma: apparecchi fissi

Gli attacchi vengono cementati sulla superficie di ciascun dente e i materiali di realizzazione sono: metallo, ceramica e resina. Vengono definiti “brackets”.
Gli archi metallici invece servono a collegare gli attacchi tra loro e svolgono una forza di trazione sia sui denti che sulle arcate, affinché vengano il ricollocamento ne sia favorito.

Come mantenere gli apparecchi fissi?]

Il lavaggio dei denti deve essere molto accurato. Se così non fosse residui di cibo potrebbero rimanere intrappolati negli attacchi. Abitudini viziate come masticare matite e oggetti simili vanno evitate, così come gomme americane e caramelle.

Ortodonzia: apparecchi rimovibili

Utilizzati soprattutto in pazienti più giovani sia come disgiuntori del palato sia come placchette guida per l’eruzione degli elementi permanenti in fase di eruzione mista o come contenzione ( cioè mantenimento) di risultati ortodontici già ottenuti onde evitare recidive.

In ortodonzia tradizionale il limite degli apparecchi rimovibili, sono dovuti al fatto che non è possibile un perfetto allineamento dei denti. Non è possibile agire sui loro assi e anche per il fatto che essendo amovibile, i pazienti più giovani spesso, quando i genitori non li vedono o sono a scuola, la rimuovono e la mettono in tasca.

Questo impedisce alle forze ortodontiche di agire per un tempo sufficiente affinché si possano attuare gli spostamenti dei denti nel modo desiderato. E’ il cosiddetto “Effetto Penelope”. Durante la ritenzione delle placche ortodontiche i denti si spostano, ma quando le placche sono in tasca i denti ritornano dove erano prima. Per questo motivo le terapie, si allungano a volte anche di molto.

Gli adulti possono portare un apparecchio ortodontico tradizonale?

Fino a pochi anni fa si riteneva che questi trattamenti fossero indicati solo per giovani pazienti con una dentatura non definitiva ma in realtà si ottengono oggi ottimi risultati anche su pazienti adulti grazie all’enorme sviluppo e alla varietà degli apparecchi ortodontici.